Dopo analisi interna volontaria, in regime di autocontrollo, Bauer richiama due lotti di prodotto

Giovanna Flor: «Per Bauer il benessere delle persone viene al primo posto, e i controlli interni all’azienda hanno funzionato al meglio»

coppia-dado-funghi-granulare-funghi-bauer

Nelle ultime ore si è diffusa la notizia del ritiro dagli scaffali di due lotti di prodotto Bauer, rispettivamente del Dado ai funghi porcini e Granulare ai funghi porcini, ma la notizia stessa in alcuni casi non è stata riportata nel modo corretto, o addirittura fuorviante rispetto a ciò che è realmente accaduto.

In relazione a quanto erroneamente pubblicato su alcuni organi di stampa, l’azienda ci tiene a precisare quanto segue:

Bauer, a seguito di un’analisi effettuata sulla materia prima “fungo”, secondo campionamento interno volontario, ha rilevato la presenza di proteine del latte in tracce (beta-lattoglobulina). Come da procedure, Bauer ha prontamente informato la ASL locale e attivato il richiamo immediato del lotto n.10327 di Granulare Fungo e del lotto n.10304 del Dado Fungo. In seguito la ASL ha provveduto ad informare il Ministero della Salute che ha proceduto poi alla pubblicazione della nota sul sito. Il richiamo è stato dunque un’azione volontaria disposta dall’azienda, questo perché Bauer da sempre opera con trasparenza e serietà, nel pieno rispetto della salute del consumatore. Si precisa inoltre che il richiamo ha interessato solo i lotti specificatamente indicati e non altre referenze e che ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna segnalazione da parte dei consumatori.

«I controlli interni all’azienda hanno funzionato alla perfezione – dichiara Giovanna Flor, Amministratore Unico di Bauere questo ci ha consentito di reagire immediatamente. Senza nemmeno attendere le controanalisi abbiamo disposto il richiamo dei due lotti in questione, perché in Bauer il benessere delle persone viene al primo posto. Si tratta inoltre di un lotto molto recente, le confezioni interessate rappresentano una piccolissima quota della produzione Bauer, e ad oggi non è stato segnalato all’azienda nessun caso di allergia al prodotto. Infine – conclude Giovanna Flor – sono in corso verifiche scrupolose legate al fornitore, su cui ricade la responsabilità della materia prima fungo utilizzata nei prodotti.»

Bauer raccomanda alle persone allergiche al latte o alle beta-lattoglobuline di non consumare i prodotti interessati dal richiamo e restituirli al punto vendita d’acquisto, oppure contattare l’azienda al numero 340 4909501 (sempre attivo, anche in orari di chiusura aziendale) o all’indirizzo mail dell’ufficio qualità: qualita@bauer.it.

www.bauer.it

Comments
  1. marirosa | Rispondi
    • Bauer | Rispondi

Rispondi a Bauer Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Operazione anti-spam (obbligatoria) *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>